lunedì 29 ottobre 2012

Domenica 4 novembre: Varazze – Arenzano - Ponte Negrone - Varazze

DISLOCAZIONE : RIVIERA LIGURE DI PONENTE – ENTROTERRA ARENZANO
Accompagnatori: Alberto (328 6637070) / Delfina (338 3116452) / Lele (328 1766866)
Ritrovo: Piazza XX Settembre – Novi Ligure - ore 9.20 Partenza: 9.30
Trasferimento: Mezzi propri Itinerario: Varazze - Arenzano – Terralba – Ponte Negrone
Dislivello/Sviluppo: 200 m circa / Km.25 Tempi di Percorrenza: 44 4 ore effettive + soste.
Difficoltà: MC / MC ( media difficoltà ) Pranzo: al sacco
Rientro Previsto: 19.00 (teorico) Equipaggiamento:
Casco, camere di scorta,
abbigliamento a strati.
Termine Iscrizioni: Sabato 3 novembre .
Note:
L’escursione proposta si propone di percorrere il suggestivo lungomare del vecchio tracciato ferroviario fra Varazze
ed Arenzano, percorso senza alcuna difficoltà ed affacciato costantemente sul mare, salvo brevi passaggi in galleria (
illuminate ) con vista mozzafiato su cale e spiaggette.
Raggiunta Arenzano si attraverserà il paese salendo brevemente in direzione delle frazioni di Terralba e
successivamente Gazzo, ove abbandonato l’asfalto percorreremo il bellissimo tratto di vecchia carrareccia, talora un
pochino dissestata, sede dell’acquedotto di Ponte Negrone che risale la valletta dell’omonimo rio fino alla suggestiva e
bellissima zona delle prese con i sui numerosi laghetti. Il ponte, molto antico, attraversa una profonda gola rocciosa,
proprio nel punto in cui si uniscono i corsi dei torrenti Leone (a destra) e Negrone (a sinistra) per formare il Lerone.
Anticamente, da qui iniziava il lungo acquedotto che portava l'acqua potabile ad Arenzano (il ponte è costruito su
"due piani", con quello inferiore coperto ed originariamente destinato a convogliare le acque, sul modello degli
acquedotti romani).
Ritorno sullo stesso percorso.
Gita di impegno medio / basso, con un’unica salita che da Arenzano ci porterà alle frazioni di Terralba e Gazzo.
Tracciato per più di metà asfaltato, il resto su stradicciola sterrata. Rari punti con progressione più impegnativa
sulla stradicciola del vecchio acquedotto che conduce a Ponte Negrone.